Nuove date corsi di Cucina

Ecco le nuove date dei corsi di cucina Veg targati Verde di Bontà

domenica 11 novembre a Fano h 15.00 – 18.30
DOLCI VEGANI

domenica 25 novembre a Bellocchi di Fano h 15.00 – 18.30
ALTA PASTICCERIA VEGANA
con il Pastry Chef Gianluca D’aloia

domenica 2 dicembre Bellocchi di Fano h 15.00 – 19.00
Il Menù delle Feste
Lasagne, Antipasti, Dolci e Sfizi per la tavola delle feste

domenica 16 dicembre Bellocchi di Fano h 14.30 – 19.30
Vegan senza Glutine
un ampio menù di piatti vegan senza glutine accompagnate da un ricettario con più di 30 preparazioni

Per info e prenotazioni: sabrina@verdedibonta.it
oppure messaggio whatsapp al 338 9989228

Corso di cucina Veg

Un corso dove tutti possono cucinare e lasciarsi sorprendere dai sapori della cucina veg. Prepararemo insieme:

Strudel salato con verdure e besciamella
Cestini con Hummus di ceci
Crostatine di melanzane e porri
Farifrittata di verdure
Crostata al cioccolato e lamponi
ed un altro dolce a sorpresa

Poi assaggeremo tutto!
Il corso comprende:
laboratorio di cucina
merenda
buffet finale
dispensa con le ricette
Contributo spese richiesto: euro 25

Cosa occorre portare? Nulla: avrete i grembiuli di Verde di Bontà a vostra disposizione.

Prenotazione obbligatoria:
tramite messaggio al 338 9989228 (specificare nome e cognome)
o tramite mail scrivendo a sabrina@verdedibonta.it
POSTI LIMITATI
CORSI SETTEMBRE
Domenica 23 h15.30- Fano
Domenica 30 h15.30- Fano
Corsi Ottobre
Giovedì 11 h 18.00 – Fano
Domenica 14 h 15.30 – Fano

Vi aspetto a braccia aperte e a fuochi accesi!
#corsodicucina #Veg #vegancooking #veganforpassion #veganforlife #veganfortheanimals

Dulcis in….vaso

Quante cose nella vita non sono come te le aspetti… alcune possono per fortuna rivelarsi anche come piacevoli sorprese.
E a me personalmente piace tantissimo l’aspetto non solo conviviale del cibo ma addirittura quello ludico e divertente.
Poi girando in rete è facile trovarsi in un attimo di fronte a un’immagine che ti ispira… e allora il gioco è fatto.
E alla cena di ieri sera ho posato sul tavolo dei vasi con una piccola piantina…. e i miei ospiti pensavano si trattasse di un decoro…. poi però ci ho messo vicino un cucchiaino da dolce e a quel punto il dubbio è nato. …. sorpresa!!!!
Volete provare anche voi?
Prendete dei vasetti e poi

180 gr di cioccolato fondente
3 cucchiai di sciroppo di agave
250gr tofu vellutato
Facoltativo: latte di cocco cremoso 200ml
Frutta fresca e frutti di bosco

Per la base: pan di Spagna Veg o frolla Veg o biscotti secchi

Per l’effetto terriccio: biscotti Veg al cioccolato
Per decoro: foglie di menta o foglie edibili ( nel mio caso pianta limoncina)

Preparate la mousse semplicemente sciogliendo il cioccolato o a bagno maria o al microonde. Frullate poi con tofu vellutato, sciroppo d’acero e se volete latte di cocco.

Fate cuocere in padella qualche pesca a fettina e qualche frutto di bosco ( con pochissimo zucchero e succo di limone) e preparate a piacimento la base del dolce per avere un po’ di consistenza: muesli, biscotti tritati, pan di Spagna e simili….

Ora disponete nel vasetto la vostra base, la frutta spadellata per non più di 2 minuti e poi la mousse e lasciate in frigo almeno 3 ore per farla rapprendere.
Prima di servire sbriciolate il biscotto al cacao per ottenere l’effetto terriccio e “piantate” il vostro rametto.
Bontà, gioco e divertimento in un dessert dall’effetto wow!!

ceci e melanzane in insalata

Ceci e melanzane in insalata

Ancora un piatto semplice e saporito, dove possiamo di nuovo usare i legumi in maniera gustosa. Il trucco è sempre quello: abbiniamo le verdure e in questo caso usiamo anche l’aceto in cottura per conferire un sapore agro-dolce.

Se preferite potete sostituire l’aceto di vino con l’aceto di mele.

In pochi minuti la vostra insalata di legumi sarà pronta: vi occorrono

• 400g ceci lessi
• 1-2 melanzane (tonde o lunghe)
• mezza cipolla (va bene sia bianca che rossa)
• aceto di vino
° 10 pomodorini circa
• basilico e prezzemolo (ma anche timo, maggiorana, salvia…)
• olio, sale e pepe
• Facoltativo: peperoncino
• pomodorini secchi

Scoliamo i ceci lessi (se usiamo quelli dei barattoli sciacquiamoli bene per eliminare il sodio della loro acqua) e tagliamo a listarelle le melanzane: facciamole cuocere in padella con poco olio e sale (eventualmente aggiungiamo pochi cucchiai di acqua).
Quando si ammorbidiscono le asciughiamo e le teniamo da parte.
Intanto affettiamo circa mezza cipolla e facciamola andare in padella con poco olio, sale e pepe e appena si ammorbidisce la facciamo sfumare con 3-4 cucchiai di aceto: lasciare andare a fuoco vivo per fare evaporare l’aceto. Ripetere la stessa operazione con i pomodorini tagliati a metà: prima con olio e sale e poi sfumare con l’aceto.
Riunire gli ingredienti in una ciotola: versare ceci, melanzane, pomodorini e cipolla e poi gli odori che preferiamo: basilico, prezzemolo, ma anche timo, maggiorana o della salvia andranno benissimo.
Questa insalata si accompagna bene anche con una punta di peperoncino e dei pomodorini secchi tagliate a listarelle.

#chickpeas #vegancooking #veganforlife #veganfortheanimals #veganforpassion #piattiestivi #cucinaveg #verdedibonta #insalatone

Insalata di farro

Ma una insalata di farro la prepariamo?

Certo!! Secondo voi Verde di Bontà poteva non lasciarvi una ricetta easy e gustosa per presentare la vostra insalata di farro? Tra l’altro si tratta di un piatto che è entrato di diritto nei menù estivi ( e non solo) di molti.
Potete facilmente acquistare il farro non solo nei supermercati ma sempre piu spesso anche da piccoli produttori locali che lo coltivano direttamente.
Vi servirà

250g di farro ( perlato)
1 carota
1/2 porro o una cipollina fresca
2 zucchine
1 peperone
1 patata
Olio e sale

Per la crema che accompagna
1/2 porro
1 patate
1 peperone giallo
Facoltativi: basilico e prezzemolo oppure timo, erba cipollina….ecc.

Sciacquare il farro e lessare in poca acqua ( nella confezione trovate il suggerimento su quante acqua usare: di solito è 3 volte il volume del farro) e salare poco.
Intanto affettate tutte le verdure a julienne e saltare in padella per pochi minuti con olio e sale.
A parte cuocere la patata a pezzetti con porro e peperone giallo. Quando questo sarà cotto frullate bene ( se occorre con l’aggiunta di poca acqua) per ottenere un composto cremoso.

Scolare il farro e versarlo nella pentola con le verdure e farlo stiepidire.
Nel frattempo preparate i vasetti ( o barattoli) e posizionate qualche rondella di zucchina cotta nella parete interna del contenitore, poi con l’aiuto di un cucchiaio adagiate l’insalata di farro e infine mettete la crema di peperoni . Potete decorare con fiori eduli o con un trito di erbe aromatiche.
Se poi lo porterete al mare come pranzo light ricordatevi di sfoggiare bene il vostro barattolino davanti ai vicini di ombrellone….!!… e poiché ormai siete anche voi Verdi di Bontà vi do il permesso di farglielo assaggiare! 💚💚💚

L’immagine può contenere: cibo e spazio al chiuso

Bocconcini di cioccolato

La pasticceria vegana può dare delle soddisfazioni che non potete nemmeno immaginare, eppure tutti gli ingredienti utili per creare della ottima pasticceria sono a base vegetale. E non solo! Quando inizierete a cucinare e mangiare dolci vegan vi assicuro che non avrete più voglia di tornare indietro e farete molto volentieri a meno di burro, uova and company. Con questa ricetta che lascio qui oggi potrete stupire chiunque e soprattutto il consiglio è di prepararne in abbondanza, perché uno tira l’altro.

Per crearli occorrono 2 ricette: una per la crostatina che è alla base e l’altra per i muffin al cioccolato che sovrasta la crostatina, e ovviamente degli stampini di misure simili.

Crostatina
300 g farina 2 o farina farro
2 cucchiai di malto d’orzo
50 g zucchero di canna
8- 9 grammi di lievito (mix di cremor tartaro e bicarbonato di sodio)
70ml di olio di semi di girasole (deodorato)
100 ml di bevanda vegetale (di soia o altre)
Vaniglia oppure scorza grattugiata di limone

Impastare prima gli ingredienti secchi e poi i liquidi. Mettere l’impasto in stampini a forma di cestino. Cuocere a 180 gradi per circa 15 minuti. Il mio consiglio è di mettere la marmellata quando la corstatina è già cotta, quindi fuori forno.

Per i muffin al cacao
300gr farina 2
40 gr cacao in polvere
80 gr zucchero
1 bustina di lievito per dolci
1 yogurt ( naturale o albicocca)
70ml di olio di semi di girasole
180ml di bevanda vegetale di soia o altre
Impastare prima gli ingredienti secchi e poi i liquidi. Versare nei pirottini ed infornare a 180°C per circa 10-15 minuti (attenzione a non cuocerli troppo)

Assemblaggio finale:
Mettiamo come base la crostata, la riempiamo di marmellata e sopra ci adagiamo il muffin. Ora versiamo sopra del cioccolato fondente sciolto (in microonde o a bagnomaria) fino a ricoprire l’intero dolce e possiamo infine decorare con granella di nocciole o altra frutta secca.

Questa è davvero una ricetta super! Provatela!!

Torta soffice al cacao

Volete provare una torta soffice come una nuvola e al tempo stesso gustosa e light? Questa è la ricetta che fa per voi!
Di tanto in tanto posto qualche ricetta per torte simili, ma questa di oggi la condivido volentieri perché il risultato ha superato le aspettative.
Con questi ingredienti potete creare una torta (magari aggiungendo marmellata come farcitura e panna e frutta per decoro) oppure usare questo impasto per sfornare muffin, ciambelloni o ciambelline!
Per ciò che riguarda gli ingredienti liquidi da usare potete decidere tra la bevanda vegetale alla soia, o mandorla o avena o riso, ecc oppure semplicemente l’acqua.
E quindi preparate:

250 g farina tipo 2
70 g farina di mandorla (se non l’avete tritate finemente le mandorle spellate con un tritatutto)
80 g zucchero di canna
2 cucchiai di cacao amaro in polvere
1 bustina di lievito naturale per dolci (mix di cremor tartaro e bicarbonato di sodio)
1 cucchiaio di aceto di mele
70 ml di olio di semi di girasole (meglio deodorato e bio)
150-180 ml bevanda vegetale o acqua
Facoltativo ( io l’ho usato) : 1 vasetto yogurt di soia

Setacciamo la farina, la farina di mandorla, lo zucchero di canna, il lievito ed il cacao. Aggiungiamo il cucchiaio di aceto di mele che andrà a favorire la lievitazione. Mescoliamo questi ingredienti mentre aggiungiamo olio di semi e bevanda vegetale ( o acqua).
Ricordiamoci ogni volta che usiamo il lievito naturale di non usare sbattitori elettrici o fruste, che potrebbero disattivare la forza lievitante del cremor tartaro: sarà sufficiente mescolare a mano con un cucchiaio o frusta.
Il vostro composto deve essere molto cremoso (quindi regolatevi con la quantità di liquido).
Disponete nella tortiera (o pirottini….) e infornate a 180°C seguendo la cottura e aiutandovi con uno stecchino per capire se l’impasto non è più umido: ma attenzione a non seccarlo.
Se farete tutto bene potrete gustare una super torta soffice e tenerissima!
Buona merenda !!

Miglio in timballo

Per la serie le proteine quelle buone ecco a voi il miglio! Finora ingiustamente dimenticato e lasciato in un angolo, grazie alla cucina naturale è stato riscoperto e può finalmente mostrare le sue preziose proprietà nutrizionali, oltre al suo sapore delicato (simile al riso) e alla sua versatilità in cucina (può anche diventare l’ingrediente per gustose polpette o addirittura per dei dessert) ma noi oggi ne faremo un bel timballo.
Prendete:

• 150 gr Miglio
• 2 carote
• 2 zucchine
• ½ peperone
• Olio e sale
• Lievito alimentare
• Pepe
• curcuma
• Ed altre verdure di stagione
• facoltativo: besciamella

Lessare il miglio e lasciarlo poi raffreddare.
Intanto cuocere a parte le verdure tagliate a piccoli dadini con olio sale e poco pepe.
Colorare il miglio lessato con un cucchiaino di curcuma (mescolando bene) e aggiungervi le verdure già cotte.
Versare in una pirofila da forno il miglio e verdure, se volete potete anche aggiungere poca besciamella.
Compattare bene e condire sopra con del lievito alimentare (che insaporisce ed in forno formerà una bella crosticina) ed olio evo.
Cuocere a 180°C fino a doratura.
Se volete fare come me lo potete servire su una vellutata di piselli: come si fa???? facilissima: cuocete i piselli con poco olio e sale ( e se occorre qualche cucchiaio di acqua o di brodo) magari aggiungendo anche del porro tritato e poi frullate tutto.

Da oggi scoprirete una proteina buona e priva di grassi (e priva di glutine)…bon appetit! 💚

Piadina facile facile

La possiamo anche definire la ricetta più semplice che ci sia, da realizzare in un attimo, a prova di chiunque.
Ripubblico la ricetta perché molti di voi l’hanno già provata e mi dicono che non riescono più a farne a meno 😜 tanto da essere diventati piadina-dipendenti!
Per realizzarla il segreto è scegliere ingredienti buoni, come una farina integrale o semintegrale bio, un buon olio di oliva extravergine, sale marino integrale e dell’acqua frizzante.

Le dosi sono:
400 g farina tipo 2 (o farina di farro o altro anche integrale)
200 ml acqua frizzante (se la farina è integrale aggiungere più acqua)
50 ml olio evo
1 presa di sale marino integrale

Uniamo gli ingredienti, li lavoriamo a mano fino a fare diventare il composto liscio, morbido e compatto.
Il consiglio è di lasciare riposare mezz’ora fuori frigo prima di stendere con il mattarello le piadine. Con queste dosi ne verrano 4 grandi o 8 piccole.
Le cuociamo in una padella antiaderente piatta e larga, girando da entrambi i lati.
Si può utilizzare anche l’ acqua naturale al posto della frizzante ma questa garantisce un’ottima morbidezza.

Per farcire? Beh qui potremmo parlarne per ore: hummus di ceci e radicchio, oppure asparagi + zucchine + cipollotti cotti e rucola fresca, oppure farifrittata + timo + pomodorini, oppure splamabile di anacardi + erba cipollina + fagiolini, oppure verdure gratinate o grigliate, insalate miste, erbe di campo, oppure melanzan grigliate+ pesto di rucola e pistacchi + pomodrini secchi, ecc. ecc. ecc…….
Ve lo dico sempre: la fantasia è Verde di Bontà!

Pasta al profumo dell’orto e limone

Che il limone abbia buone proprietà lo sappiamo tutti, ma forse ciò che non tutti sanno è che tali proprietà e nutrienti sono presenti in maniera molto più abbondante nella scorza: vitamina c, calcio, magnesio, potassio e beta carotene si concentrano nel giallo della buccia di limone…..insieme agli oli essenziali dal profumo inconfondibile.

Nel cucinare dolci e creme usiamo spesso la scorza grattugiata del limone ma avete provato ad abbinarla anche alla pasta o al riso?
Nella ricetta verde di Bontà di oggi il limone incontra pasta, zucchine, fiori di zucca e carciofi.

Ingredienti
350gr pasta semi integrale o integrale
La scorza di 1 limone naturale
2 zucchine
4 carciofi
Qualche fiore di zucca
Prezzemolo e basilico
Olio sale pepe

Puliamo i carciofi, li tagliamo a fettine e li cuociamo con olio e sale in padella per almeno 10 minuti. Intanto affettiamo le zucchine e le cuociamo brevemente. Ora pensiamo ai fiori di zucca: li puliamo eliminando il pistillo centrale e li buttiamo in padella con le zucchine che stanno già cuocendo.
(In alternativa i fiori di zucca possono essere fritti e poi aggiunti al piatto finale)
Cuociamo la pasta ( l consiglio è di prediligere pasta integrale o semintegrale, di grano o di farro) e ricordiamo che questa ricetta si sposa bene anche con del riso se lo preferite o altro chicco ( farro, avena, ….).
Scolare la pasta e ripassare per 1 minuto in padella con le verdure e infine aggiungere prezzemolo, basilico, pepe e la scorza grattugiata del limone.

Freschezza e bontà in un unico piatto!