La MAIONESE VEGETALE

ingredienti:
100 ml di bevanda di soia
Circa 150 ml di olio di semi di girasole
poco sale
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaino di senape
Poca curcuma

Mettere il latte di soia nel bicchiere del frullatore e aggiungere sale e limone. Iniziare a frullare DELICATAMENTE. A filo aggiungere l’olio poco alla volta. In pochi secondi la maionese monta. Aggiungere un cucchiaio di senape per insaporire e la curcuma per dare colore.
Conservare in frigo in barattolo ben chiuso per 3-4 giorni

Varianti: aggiungere sulla maionese di base
– per il colore rosa: 1 cucchiaio di barbabietola lessata e frullata
– per il colore arancione: con 2-3 cucchiai di zucca o carota lessa, ottima con aggiunta di senape dolce
– saporita: con senape, prezzemolo, olive e capperi tritati
– colore violetto: con 2-3 cucchiai di carota viola lessata e frullata
– colore rosso: con 1 cucchiaino di pomodoro concentrato
– colore verde: con alga spirulina
– colore blu: con alga spirulina blu
DON’T PANIC, IT’S THE BEST MAYO OF YOUR LIFE!

Babaganoush (Crema di Melanzane)

pronti per la seconda ricetta della #melanzanaweek?

oggi vi faccio fare un viaggio nei paesi mediorientali: ci siete mai stati? Io ho avuto la possibilità di mangiare in un ristorante libanese e così innamorarmi della

💚 BABAGANOUSH la Crema di Melanzane 💚

1 melanzana tonda (globulosa)
olio
sale
1/2 spicchio d’aglio
il succo di mezzo limone
1 cucchiaino di tahin (crema di sesamo)
prezzemolo q.b.
peperoncino q.b.
facoltativo: foglioline di menta

La babaganoush si ottiene cuocendo le melanzane intere al forno, dopo averne inciso la superficie in più punti (per farne uscire il liquido amaro).
1. incidere con la lama del coltello in più punti la melanzana
2. cuocere in forno a 180-200 °C per 30-35 minuti.
3. Raffreddare e dividerla in 2 parti: ora con un cucchiaio prelevate tutta la polpa molle, il cosiddetto caviale di melanzana che
4. potete frullare con olio, sale, peperoncino, poco aglio, del succo di limone, prezzemolo e 1 cucchiaio di tahina.

Spaghetti di Zucchine con pesto, pomodorini e pinoli

Avete sentito parlare di cucina crudista? Questo piatto ne è un ottimo esempio ed è l’ideale durante la stagione delle zucchine: mangiate a crudo sarà più facile ricavarne al meglio le vitamine ed i sali minerali.

INGREDIENTI PER 4 PORZIONI
2 zucchine chiare
Una manciata di pinoli
Pomodorini q.b.
Olio e sale

Pesto:
basilico, rucola e prezzemolo in parti uguali
1 Manciata di anacardi e/o pistacchi al naturale
Circa 4-5 cucchiai di olio evo
poco sale
facoltativo: aglio

Con l’aiuto di uno spiralizer tagliare a spaghetti sottili le zucchine, salare e lasciare scolare per circa 20-30 minuti.
Intanto prepariamo il pesto: Mettere tutti gli ingredienti nel frullatore o nel mixer e frullare (o nel mortaio) fino ad ottenere una bella salsa verde. (Si conserva in frigo in barattolo ben chiuso per qualche giorno e si può anche congelare). In alternativa si possono usare anche mandorle, pinoli, noci macadamia, ecc.

Tagliamo a pezzetti i pomodorini e prepariamo i pinoli (volendo si possono tostare leggermente. Recuperiamo le zucchine che avranno perso la loro acqua di vegetazione e condiamo.

Panzerotti

A Carnevale ogni panzerotto vale!
Finora non avete mai visto ricette fritte su questa pagina, e non è un caso, nel senso che il fritto – lo ricordiamo – non è un modo di nutrirsi sano…. però tutti sappiamo quanto è buono e quindi a Carnevale un frittino ce lo concediamo.
Vi propongo il panzerotto, che è una piccola pizza ripiena (e per il ripieno lascio spazio alla vostra fantasia e al vostro gusto) fritta oppure cotta al forno.

Idea semplice, che richiede i normali tempi di lievitazione della pizza, e che piacerà sicuramente a tutti!

Servono:
300gr farina (tipo 2, tipo 1 oppure manitoba)
150ml acqua
4 gr sale
4 gr zucchero integrale di canna
5 gr lievito di birra
1 cucchiaio di olio evo

Per il ripieno
200 gr polpa o passata di pomodoro
formaggio vegetale – oppure verdure – o altro
basilico e origano
olio di semi di arachide q.b.

Disporre la farina a fontana e unire al centro l’acqua (dove avremo sciolto il lievito), lo zucchero, l’olio e la presa di sale. Impastare fino ad ottenere un composto liscio ed elastico.
Lasciare lievitare per un’ora e mezza o più.

Nel frattempo prepariamo il condimento per il ripieno: dalla classica passata con odori e formaggio veg, a funghi, o scarola, o erbe, patate o altre verdure…. spazio alla fantasia in cucina!

Stendiamo l’impasto, ricaviamone dei dischi (con l’aiuto di un coppapasta) dello spessore di circa 3-4mm.
Al centro versiamo il ripieno appena preparato e richiudiamo il disco di pizza facendo attenzione a sigillare bene i bordi.
Ora potete friggere in abbondante olio di arachide. Vedrete che i panzerotti cuociono in un attimo. Cuocetene 2 o massimo 3 alla volta per seguirne meglio la cottura.
Poi scolate bene e asciugate su carta da cucina.

Per chi volesse essere virtuoso anche a carnevale si può ricorrere alla classica cottura al forno.

“Pizza” di cavolfiore

Avete letto bene: non è pizza al cavolfiore o con il cavolfiore: è di cavolfiore, è buona, croccante ed è davvero una ricetta faciile e sorprendente.
Si tratta di preparare un impasto alternativo fatto di cavolfiore appena sbollentato (ma la mia amica Elisa, che mi ha suggerito la ricetta, utilizza il cavolo crudo..quindi a voi la scelta) e poi la pizza potrete condirla come preferite.

Ingredienti:
1 piccolo cavolfiore
150 grammi di farina di ceci
2 cucchiai di olio extravergine d’oliva
q.b.passata di pomodoro
origano o basilico (ma anche olive, cipolle, zucchine, capperi, rucola, erbe saltate, peperoni, ecc)
sale e pepe
facoltativo maionese veg a fine cottura

Tagliamo il cavolfiore a pezzetti e lo lessiamo pochissimi minuti (meglio al vapore o in vasocottura).
Asciughiamo e schiacciamo aggiungendo la farina di ceci, un paio di pizzichi di sale e poco pepe. Mettiamo questo composto in una teglia da forno (ricoperta di carta antiaderente), cercando di schiacciarlo in maniera uniforme.
Ora condiamo con un giro di olio e iniziamo a cuocere per circa 10minuti a 200 gradi. Poi tiriamo fuori la “pizza” dal forno e condiamo con pomodoro capperi olive, ecc. Lasciare cuocere ancora per 5/7 minuti, sfornare e servire ancora fumante.

Quindi da ora in poi accettiamo anche l’idea del cavolo a merenda!!😁

Sedano rapa a cotoletta con maionese

Il sedano rapa è un ortaggio che si sta via via facendo sempre più conoscere nella stagione invernale grazie al suo elevato contenuto di vitamine, basso apporto calorico e proprietà depurative. Ma come cucinarlo?
Esistono tante ricette… al forno, in purè, crudo in insalata oppure impanato e cotto al forno ( o in padella) come fosse una cotoletta o dei bastoncini.

Ingredienti
1 sedano rapa
Pan grattato
Olio sale e pepe

Per la pastella
Farina di ceci
Pan grattato
Acqua olio e sale

Per la maionese
Olio di semi di girasole deodorato e biologico
Bevanda di soia
Senape
Prezzemolo
Limone e sale

Laviamo il sedano rapa ed eliminiamo le radici.
Lo possiamo tagliare a fette o a bastoncini e lo lessiamo in acqua bollente per pochi minuti ( non più di 10).
Lo passiamo in una pastella fatta da mezzo bicchiere di farina di ceci ed un bicchiere scarso di acqua. Ora lo immergiamo nel pan grattato e lo condiamo con sale, olio ( ma anche pepe o aromi a piacere)
Lo cuociamo in forno dopo averlo bagnato con poco olio ( 180°C per circa 20 minuti).
Intanto prepariamo una maionese con 50 ml di bevanda di soia alla quale uniamo un pizzico di sale e qualche goccia di limone. Iniziamo a frullare e aggiungiamo a filo l’olio di semi fino a che vediamo montare la maionese ( basteranno pochi secondi).
Completiamo la maionese aggiungendo un cucchiaio di senape e del prezzemolo tritato.

Muffin salati

Merendina sfiziosa? Snack fuori casa? Aperitivo? Oppure per accompagnare una cena serviti anche al posto del pane? I muffin salati sono uno sfizio che ci possiamo concedere in tante occasioni. Li possiamo anche preparare e poi congelare, per riusarli al momento giusto.
Utilizziamo farine semintegrali (e per chi vuole si può utilizzare anche kamut, farro, e altro).
La ricetta è semplice, ricordatevi solo che devono lievitare qualche ora: il mio consiglio è di preparare l’impasto la sera, lasciarli in frigo per una notte e poi cuocerli il giorno dopo.

Ingredienti
200 Farina 2
• 100 Farina 0
• 1 cucchiaio Fecola di patate
• 1 vasetto yogurt di soia
• 10 gr lievito di birra
• 70 ml Olio di oliva
• 150 ml Latte vegetale
• Sale pepe
• Foglie di Timo
• Olive e pomodorini secchi

Facoltativo: zucchine, funghi e altre verdure;
si possono decorare anche con semi misti.

Setacciare le farine e la fecola ed aggiungere il lievito sciolto in poca acqua, il vasetto di yogurt di soia, l’olio e la bevanda vegetale, le foglie di timo ed il sale.
Impastare bene e lasciare lievitare per almeno 12 ore. Poi rimpastare e lasciare lievitare di nuovo qualche ora (almeno 2).
Tagliare a pezzetti i pomodorini secchi e le olive (taggiasche) e aggiungere all’impasto.
Versare in pirottini da muffin l’impasto e cuocere a forno statico a 190°C fino a doratura (testare la cottura anche con lo stecchino).
Servire tiepidi o a temperatura ambiente.

Buona merenda a tutti!!!