insalata di patate, legumi e peperoncino

continua la #legumiweek!!! questa ricetta arriva dalle cucine delle nonne, ha il sapore della genuinità, il gusto e – udite udite – tutti i nutrienti importanti!

INGREDIENTI PER 4 PORZIONI
4 patate
300 gr legumi lessi (fagioli, ceci, fagiolini, ecc)
1 manciata di olive
1 manciata di capperi
Peperoncino
1 cipollotto fresco
1 mazzetto di Rucola
10 pomodorini vesuviani
Olio sale pepe

Dobbiamo semplicemente:
lessare i legumi che preferiamo, lessare le patate e poi raffreddarle e pelarle e tagliarle a tocchetti.
Intanto condiamo con olio e sale la rucola spezzettata, cipollotto tritato finemente, i pomodorini a pezzetti e aggiungiamo olive, capperi e una punta di peperoncino.
Uniamo il tutto alle patate lesse e ai legumi e lasciamo riposare almeno mezz’ora per far sì che si insaporiscano.
unico.

Questo è un modo molto appetitoso per mangiare legumi in estate e renderli freschi e gustosi…..provatela!!!

Falafel con salsa tzatziki

oggi inauguriamo la #legumiweek, che a dire il vero ci vorrebbe almeno un mese per vedere in quanti modi diversi si possono gustare i legumi, grandi fonti proteiche specialmente se abbinate a dei cereali (grano, farro, riso, ecc.)

INGREDIENTI X 4-6 PORZIONI

300 gr ceci ammollati
Scorza di limone naturale
Aglio (facoltativo)
1 manciata di prezzemolo
Facoltativo: pan grattato
olio sale pepe

per la salsa tzatziki
300 gr yogurt bianco di soia non dolce
1 cetriolo
Olio
Succo di limone
Sale, pepe
Erba cipollina o aneto o menta

Mettere in ammollo i ceci per almeno una notte e sciacquarli bene prima di usarli. Non vanno cotti!
Versare ora i ceci solo ammollati in un tritatutto insieme ad aglio, prezzemolo, sale e scorza di limone.
Frullare fino ad ottenere un composto privo di grumi e valutare se aggiungere del pan grattato.
Mettere in una ciotola e lasciare riposare in frigo per fare addensare il composto.

Intanto preparare la salsa con lo yogurt, il cetriolo frullato o grattugiato (o tagliato a dadini finissimi) al quale unire il succo di limone, l’olio, il sale, il pepe, l’aglio e l’erba cipollina tritata.

Con i ceci frullati formare piccole palline da tuffare nell’olio bollente (se vogliamo friggere) oppure cuocere in padella o in forno a 180°C.

SSSSLLLLUUUURRRRPPPPP!

La MAIONESE VEGETALE

ingredienti:
100 ml di bevanda di soia
Circa 150 ml di olio di semi di girasole
poco sale
1 cucchiaio di succo di limone
1 cucchiaino di senape
Poca curcuma

Mettere il latte di soia nel bicchiere del frullatore e aggiungere sale e limone. Iniziare a frullare DELICATAMENTE. A filo aggiungere l’olio poco alla volta. In pochi secondi la maionese monta. Aggiungere un cucchiaio di senape per insaporire e la curcuma per dare colore.
Conservare in frigo in barattolo ben chiuso per 3-4 giorni

Varianti: aggiungere sulla maionese di base
– per il colore rosa: 1 cucchiaio di barbabietola lessata e frullata
– per il colore arancione: con 2-3 cucchiai di zucca o carota lessa, ottima con aggiunta di senape dolce
– saporita: con senape, prezzemolo, olive e capperi tritati
– colore violetto: con 2-3 cucchiai di carota viola lessata e frullata
– colore rosso: con 1 cucchiaino di pomodoro concentrato
– colore verde: con alga spirulina
– colore blu: con alga spirulina blu
DON’T PANIC, IT’S THE BEST MAYO OF YOUR LIFE!

Burger di melanzane e lenticchie

Parliamo ancora di melanzane, così buone e così versatili in cucina. Oggi saranno alla base di un burger così buono da volerne sicuramente mangiare un altro, un altro e un altro ancora….

Prima di tutto vi svelo le regoline d’oro per creare dei buoni burger vegetali:
1. usare come base dei legumi lessati (ed eventualmente anche 1 patata lessa) come base
2. usare verdure cotte private del liquido di vegetazione
3. creare mix di sapori con erbe aromatiche e odori, usare senape dolce e lievito alimentare (insaporitore inattivo)
4. addensare con farina di ceci, (e se volete anche pan grattato)
5. creare una buona consistenza con fiocchi di avena, farina di mandorle e simili

INGREDIENTI X 4-6 PORZIONI
2 melanzane globulose
400 gr lenticchie lessate ( o fagioli lessati)
1 porro (o cipollotto)
1 spicchio di aglio, prezzemolo, olio, sale
1 cucchiaino di senape
40 gr fiocchi di avena
3 cucchiai di farina di mandore
la scorza di 1 limone non trattato
Pan grattato e farina di ceci q.b.

Facoltativo: lievito nutrizionale e odori a piacere (erbette, spezie, ecc)

Cuocere le melanzane a listarelle ed il porro affettato finemente in padella con olio, sale e poca acqua. Spegnere la fiamma appena saranno morbide e asciugare bene le verdure dall’acqua di cottura
Ora possiamo tritarle grossolanamente oppure passarle nel mixer (a seconda di come preferiamo) e frulliamo a i legumi, il prezzemolo, un piccolo spicchio di aglio. Uniamo il tutto e aggiungiamo sale, poca senape e scorza di limone.
Unire ora al composto i fiocchi di avena, il pangrattato e la farina di ceci (facoltativo anche farina di mandorle e lievito nutrizionale). Fare rapprendere in frigo almeno 2 ore. Poi formare gli hamburger ripassandoli nel pan grattato. Cuocere al forno a 180°C fino a doratura, o in padella -con olio evo molto molto caldo- girandoli 2- 3 volte. Servire con maionese, insalata o altra salsa.

Nell’impasto di questo burger possiamo aggiungere anche un chicco lessato: miglio, quinoa, riso… why not?
Se ci fate caso avrete così un goloso pasto completo e nutriente grazie alla presenza di cereali, legumi, frutta secca, verdure.😃

Parmigiana di melanzane a modo mio

Un piatto che amo moltissimo in una versione più light rispetto all’originale ma con tanto tantissimo sapore!

INGREDIENTI PER 6 PORZIONI
2-3 melanzane (tipo globulose)
Pomodori freschi o pelati, aglio, olio e sale
basilico
Per la besciamella : 300 ml di bevanda di soia
Circa 35 ml di olio evo
poco sale e pepe (o noce moscata)
30 g farina (tipo 0, 1,2 o integrale)

facoltativo:
Lievito alimentare (inattivo)

Partiamo dal fatto che la melanzana è un ortaggio che assorbe tutto al pari di una spugna quindi mi devo regolare con la quantità di olio che userò.

Tagliamo a fette sottili le melanzane (suggerisco le globulose che sono più dolci) e le cuociamo in padella con sale, poco olio e qualche cucchiaio di acqua. In alternativa si possono grigliare.
Proseguiamo la cottura fino a che si ammorbidiranno.

Preparare un sugo di pomodoro (con pelati o pomodori freschi) olio, sale e 1 spicchio intero di aglio. Aggiungiamo del basilico a fine cottura.

Prepariamo la besciamella: Mettere in un pentolino la farina e l’olio (insieme formano il roux), mescolare mentre si scalda e ricordare che il segreto è : più cuociamo il roux e più la besciamella si insaporisce. Aggiungere poi il latte di soia (meglio se tiepido) e mescolare sino a raggiungere la densità desiderata. Mettere sale e noce moscata.
ora possiamo passare alla fase finale:
In una pirofila creiamo strati con melanzane, sugo pomodoro, besciamella e foglie di basilico…ne faremo almeno 2 o 3 di questi strati, nell’ultimo insaporiamo con del lievito nutrizionale (lievito alimentare inattivo, si trova nei negozi bio ed è un insaporitore eccellente).
Va in forno ventilato a 180°C fino a doratura.
Provatela e poi mi raccontate!

Babaganoush (Crema di Melanzane)

pronti per la seconda ricetta della #melanzanaweek?

oggi vi faccio fare un viaggio nei paesi mediorientali: ci siete mai stati? Io ho avuto la possibilità di mangiare in un ristorante libanese e così innamorarmi della

💚 BABAGANOUSH la Crema di Melanzane 💚

1 melanzana tonda (globulosa)
olio
sale
1/2 spicchio d’aglio
il succo di mezzo limone
1 cucchiaino di tahin (crema di sesamo)
prezzemolo q.b.
peperoncino q.b.
facoltativo: foglioline di menta

La babaganoush si ottiene cuocendo le melanzane intere al forno, dopo averne inciso la superficie in più punti (per farne uscire il liquido amaro).
1. incidere con la lama del coltello in più punti la melanzana
2. cuocere in forno a 180-200 °C per 30-35 minuti.
3. Raffreddare e dividerla in 2 parti: ora con un cucchiaio prelevate tutta la polpa molle, il cosiddetto caviale di melanzana che
4. potete frullare con olio, sale, peperoncino, poco aglio, del succo di limone, prezzemolo e 1 cucchiaio di tahina.

Gnocchetti di melanzane

La melanzana è ora di stagione! Conosci le sue caratteristiche nutrizionali? Ha poche calorie, basso contenuto di grassi, proteine e glicidi e contiene pochi zuccheri. Contiene vitamine del gruppo B, C, acido folico, potassio, fosforo, sodio e calcio e le sue note amarognole stimolano la produzione della bile (e abbassano il colesterolo), ha inoltre acido caffeico e clorogenico (azione antibatterica) e alcune sostanze che aumentano la secrezione di ormoni surrenali. È diuretica e si ritiene utile come blando sedativo.

(Tratto da: https://www.alimentipedia.it/melanzana.html)
Ora pensiamo a cucinarla:
chi riesce a resistere ad un bel primo piatto al sapore d’estate?
questi gnocchi si preparano unendo della melanzana cotta alle patate lessate, ne risulta un impasto particolarmente invitante, che potrete condire con dei semplici pomodorini saltati in padella con uno spicchio d’aglio, oppure con un bel pesto profumato o con delle verdure miste e del basilico….ma se preferite potete semplicemente condirli con del buon olio extravergine di oliva perché sono già buoni così!

Ingredienti
1 kg di patate ( per gli gnocchi consiglio le patate dalla buccia rossa)
200gr di melanzane
Farina tipo 2 ( o altra) q.b.
Poco sale

Per il condimento
Pomodorini, aglio. Sale olio. Foglie di basilico

Lessate le patate e quando sono ancora tiepide schiacciatele con lo schiaccia patate: è importante lavorarle da tiepide considerando che non aggiungeremo l’uovo come legante.
Intanto tagliate le melanzane a piccolissimi cubetti e saltatele in padella con un po’di olio e sale. Poi asciugatele, tritatele finissime ed unitele all’impasto di patate. Aggiungete la farina poco sale e impastate bene. Fate dei gnocchetti e cuoceteli in acqua bollente salata il tempo necessario per farli venire a galla.

Condirli con il sughetto al pomodoro fresco ( pomodorini saltati in padella con poco olio e aglio) e decorare con foglie di basilico

Il consiglio? Potete anche congelarli prima della cottura e se volete potete farli rigati utilizzando l’apposito attrezzo.
E quindi mangiarli in un momento in cui vi sentirete Verdi di Bontà!😉

Spaghetti di Zucchine con pesto, pomodorini e pinoli

Avete sentito parlare di cucina crudista? Questo piatto ne è un ottimo esempio ed è l’ideale durante la stagione delle zucchine: mangiate a crudo sarà più facile ricavarne al meglio le vitamine ed i sali minerali.

INGREDIENTI PER 4 PORZIONI
2 zucchine chiare
Una manciata di pinoli
Pomodorini q.b.
Olio e sale

Pesto:
basilico, rucola e prezzemolo in parti uguali
1 Manciata di anacardi e/o pistacchi al naturale
Circa 4-5 cucchiai di olio evo
poco sale
facoltativo: aglio

Con l’aiuto di uno spiralizer tagliare a spaghetti sottili le zucchine, salare e lasciare scolare per circa 20-30 minuti.
Intanto prepariamo il pesto: Mettere tutti gli ingredienti nel frullatore o nel mixer e frullare (o nel mortaio) fino ad ottenere una bella salsa verde. (Si conserva in frigo in barattolo ben chiuso per qualche giorno e si può anche congelare). In alternativa si possono usare anche mandorle, pinoli, noci macadamia, ecc.

Tagliamo a pezzetti i pomodorini e prepariamo i pinoli (volendo si possono tostare leggermente. Recuperiamo le zucchine che avranno perso la loro acqua di vegetazione e condiamo.

la cucina in questi momenti

Per tutti noi non era neppure ipotizzabile quello che stiamo vivendo ora. Un virus, cioè un microrganismo quasi invisibile, sta mettendo in difficoltà tutti noi e questo sta accadendo in tutto il mondo.
In poche ore le nostre vite, fatte di incontri- lavoro – scuola – affetti – sport – aria e libertà, si ritrovano stravolte e la scelta obbligata è per tutti quella di restare dentro le nostre case.

E da lì sono nate tante iniziative: chi mette a disposizione la propria musica, chi ci suggerisce quale film vedere, chi ti regala un allenamento fitness, un flash-mob da terrazzo, una poesia, un disegno, una canzone e chi, come me, vi offre qualche idea da cucinare.

Quando tenevo i corsi di cucina l’esclamazione più ricorrente tra i partecipanti era: “ah se solo avessi tempo per cucinare!!”
e solo ora mi rendo conto quanto fosse onesta questa vostra intenzione perché dai piatti che pubblicate sui social è evidente che la cucina è ora per molti anche una cura, un anti-stress, un voler pensare alle cose buone e del resto, si sa, che il cibo è vita.

E la vita resta la cosa più grande e la più meravigliosa di cui tutto l’universo vuole godere.
La vita è fatta anche di buona cucina e, se lo vorrete, continuerò a darvi qualche idea per una cucina viva, vegetale e che possa contribuire a rafforzare il nostro sistema immunitario.
Perciò in questi giorni, quando potrete fare la spesa, ricordatevi sempre di prendere:
frutta, verdura, legumi, cereali, olio
e qualcosa di buono lo potrete sempre cucinare non solo sfogliando le pagine social, (inclusa quella di Verde di Bontà o il libro Cavoli Nostri) ma soprattutto contattandomi per chiedermi quello che vi va di cucinare e io vi darò più che volentieri qualche consiglio.
Vi abbraccio, seppure a distanza, ma sono certa che appena sarà possibile lo farò anche più intensamente del solito!

Storie di Cibo e di Felicità Domenica Primo marzo ore 16.00 Chiccoteca – Pesaro

In un momento così particolare come quello che stiamo vivendo parleremo di cibo e di Felicità: perché abbiamo tutti bisogno di futuro, di storie nuove da scrivere, di bellezza e di salute. E in tutto questo il cibo ha un ruolo più importante di quanto immaginiamo. Saremo davvero destinati a cambiare il nostro stile alimentare? e a favore di cosa? Come possiamo migliorare lo stato del nostro sistema immunitario? e quali saranno le proteine del futuro? Di questo e di altro parleremo con Sabrina Peroni, master universitario in Alimentazione e Dietetica Vegetariana, Blogger di Verde di Bontà e autrice del volume “Cavoli Nostri!”
L’incontro, gratuito e aperto a tutti, si tiene alle 16, presso la sala ristorante di Chiccoteca a Pesaro. A tutti i partecipanti verrà offerta una gustosa merenda!